Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,  consulta la pagina sulla privacy.
Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.

 

---

Milano piu Verde conferenza stampa 2018 min

Il tavolo dei relatori della conferenza stampa di presentazione del progetto “MilanopiùVerde” indetta presso Palazzo Marino, sede del municipio meneghino. Da sinistra: Maurizio Bernardo, Pierfrancesco Maran, Emanuela Rosa-Clot, Nada Forbici, Ermete Realacci e Ettore Prandini

 

MilanopiùVerde chiama Italia

 

di Michele Mauri

 

Al via la rassegna dedicata a parchi e giardini promossa da Assofloro Lombardia insieme a Coldiretti Lombardia, con il patrocinio del Comune di Milano e della Fondazione Symbola

 

È sempre più diffusa l’idea che Milano sia una città innovativa e di tendenza, a tratti perfino visionaria. Alle tante iniziative nate in questi ultimi anni all’ombra della Madonnina si aggiunge ora "MilanopiùVerde", una rassegna che già nel titolo racconta il proprio scopo: incrementare e migliorare il verde urbano, ma anche accrescere la consapevolezza che un luogo con più parchi e più giardini è più bello, vivibile e salubre.

Milano piu Verde logoIl progetto – fortemente voluto da alcuni dei protagonisti della filiera del florovivaismo, gli stessi che si sono adoperati per ottenere il Bonus Verde – è stato presentato lunedì 5 settembre 2018 a Palazzo Marino, sede del municipio meneghino, da Pierfrancesco Maran, Assessore Urbanistica Verde e Agricoltura del Comune di Milano, Nada Forbici, Presidente Assofloro Lombardia, Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia, Ermete Realacci, Presidente Fondazione Symbola.

L’assessore Pierfrancesco Maran non ha nascosto l’orgoglio per ciò che la sua città sta facendo in tema di verde: presto sarà inaugurata la Biblioteca degli Alberi, un vasto giardino nell’area di Porta Nuova, dove già svetta il Bosco Verticale, ed entro il 2030 è prevista l’apertura di almeno venti nuovi parchi.

Durante la presentazione, Nada Forbici ed Ettore Prandini sono tornati su alcuni temi forti che caratterizzano il loro impegno di questi ultimi anni, in particolare quello della professionalità di chi realizza e mantiene il verde, condizione necessaria perché quest’ultimo possa essere gestito correttamente e diventare un autentico alleato nella lotta allo smog e nel miglioramento della qualità della vita.

Ermete Realacci ha definito il progetto un’iniziativa milanese che parla all’Italia, auspicando in questo modo che presto possano nascere iniziative analoghe in altre città del Paese per favorire il dialogo fra ambiente e clima, fra società e bellezza.

Da Milano – ha chiosato Emanuela Rosa-Clot, direttrice del mensile «Gardenia» che ha moderato la conferenza – parte infine l’appello al Paese a usare il Bonus Verde per qualificare e rinnovare terrazze e giardini privati e a confermare la misura fiscale nel 2019.

 

LE INIZIATIVE CHE ANIMERANNO "MILANOPIÙVERDE"

Dal 27 al 30 settembre debutterà la prima edizione della "Milano Green Week", iniziativa ideata per valorizzare e condividere il patrimonio verde pubblico, ma anche privato; all’interno della kermesse troverà spazio la conferenza “ItaliapiùVerde. Il ruolo delle aree verdi private per la rigenerazione e lo sviluppo sostenibile delle città. Esempi concreti e buone pratiche”.

A ottobre il capoluogo lombardo ospiterà il convegno “Il verde nelle smartcities. Parchi e viali alberati per il benessere delle città, contro degrado e criminalità. Ricerca, esperienze e innovazione tecnologica per una nuova visione del verde urbano” organizzato in collaborazione con la Consulta Esperti per l’Italia.

Il 21 novembre, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi, verranno organizzate attività coinvolgendo scuole e cittadini milanesi.

 


 

PER SAPERNE DI+

www.milanopiuverde.it

 

DONT MISS