Stampa questa pagina

Belli e significativi: i "Victory bouquet" delle Olimpiadi di Tokio

Sono sgargianti, gialli, viola e verdi. Ma i fiori e le fronde che li formano non sono stati scelti solo per motivi estetici

olimpiadi tokio victory bouquet fiori premiazioni min

 

Li vediamo quotidianamente in mano agli atleti sui podi delle Olimpiadi di Tokio 2020 e, prossimamente, anche delle Paralimpiadi: sono i “Victory bouquet”, i mazzi della vittoria. Opera del Nippon Flower Council, simboleggiano la resilienza del Giappone: i fiori e le fronde che li compongono provengono infatti principalmente dalle zone del Paese colpite dal disastroso terremoto del 2011.

olimpiadi tokio victory bouquet fiori premiazioni alto min min

In particolare, da Fukushima arrivano i Lisianthus (eustoma), da Tokyo le aspidistre, da Iwate le genziane (il cui colore è proprio quello di Tokio 2020), e da Miyagi i girasoli.

A proposito di questi ultimi, c'è un retroscena molto commovente: i girasoli sono stati seminati dai genitori che hanno perso i propri figli nel cataclisma e ogni anno sbocciano sulla collina dove i bambini hanno provato a cercare rifugio dallo tsunami.

Francesca Trabella

olimpiadi tokio victory bouquet fiori oro canottaggio italia 01 min

La gioia delle italiane Federica Cesarini e Valentina Rodini per lo storico oro olimpico nel canottaggio femminile

olimpiadi tokio victory bouquet fiori oro canottaggio italia min

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 


 

Francesca Trabella

Giornalista da vent'anni, nel mondo del verde dalla nascita. Ho iniziato come ghost-writer per mio padre, il compianto paesaggista Emilio, per poi intraprendere la mia strada, che mi ha portato dagli studi di lingue alle rubriche di giardinaggio pratico e di psicologia per i periodici femminili, fino alle prestigiose pagine de Il Floricultore, per il quale mi metto in gioco in particolare su trend, marketing e personaggi

 

 >> La redazione de Il Floricultore <<

Ultimi da Francesca Trabella

Articoli correlati (da tag)