Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,  consulta la pagina sulla privacy.
Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.

 

erba vasi musa 

Erba: "Coltiviamo i consumatori!"!

 

Il nostro viaggio fra gli imprenditori del verde comincia da Bussero, in provincia di Milano. Lì da oltre 40 anni Erba produce vasi d’arredo e per l’ortoflorovivaismo

 

Abbiamo scelto di esordire in modo un po’ solito: non parleremo di semi, alberi o fiori (in realtà faremo anche questo, però lo scoprirete più avanti), ma di vasi. Del resto un bel giardino, ma anche un terrazzo, un balcone o l’angolo verde di una casa non nascono per caso, ma sono l’insieme armonico di tanti elementi, dagli elementi vegetali agli accessori. Erba è un’impresa specializzata nella produzione di vasi e fioriere per l’ortoflorovivaismo, a cui affianca alcune linee di vasi d’arredo. L’appuntamento è con Silvia Erba, seconda generazione in azienda, responsabile marketing.

 

Ci racconta come è nata la vostra avventura imprenditoriale?

Agli inizi degli anni Settanta mio padre Angelo e mio zio Serafino avviarono un’officina meccanica che faceva stampi a iniezione e produzione conto terzi. Producevano un po’ di tutto, pezzi per i giocattoli, per le barche e anche vasi. Nello spazio di pochi anni, però, i vasi presero il sopravvento su tutto il resto.

 

Oggi chi c’è in azienda?

Mio padre e mio zio, che hanno superato i 70 anni, ma vengono ancora tutti i giorni al lavoro, mia sorella Elena, io e i mie due cugini. Ci siamo ripartiti i compiti, ma procediamo tutti su un’unica strada. Mio cugino Carlo, che è il maggiore, segue la produzione, mia sorella cura la parte finanziaria e i rapporti con l’estero, Fabio si occupa del commerciale in Italia. Infine ci sono io, che seguo un po’ tutto il resto, dal marketing all’immagine aziendale.

 

Quali sono i valori che avete ereditato dai fondatori e quali le novità che avete introdotto?

La struttura aziendale è stata impostata dai fondatori e noi della seconda generazione l’abbiamo condivisa e mantenuta. Uno dei nostri punti di forza è quello di essere molto solidi finanziariamente. Siamo rigorosi in tal senso, sia all’interno sia nei rapporti con i clienti. Non abbiamo mai accettato di fare da banca. Col nostro ingresso in azienda, invece, sono stati innovati i prodotti. Abbiamo introdotto il concetto di customizzazione e prestato molta attenzione alla rapida evoluzione dei mercati e alle richieste dei consumatori. Cerchiamo in ogni modo di soddisfare le necessità del cliente, dalla scelta dei colori alle etichettature personalizzate.

 

Negli ultimi anni avete investito molto nella ricerca dei prodotti, proponendo novità ogni anno. Perché questa scelta?

Investire sul prodotto è il modo migliore per stimolare il mercato. Inoltre è un modo per combattere i tentativi di imitazione. I nostri vasi sono molto copiati e non solo dai Paesi dell’Est europeo. Una volta che un prodotto è stato imitato, la partita si gioca solo sul prezzo e noi non possiamo competere con realtà come la Polonia, la Repubblica Ceca, la Slovacchia o la Serbia.

 

Il design che importanza ha nei vostri prodotti?

Conta tantissimo, per alcuni prodotti è l’aspetto prevalente, però è sempre accompagnato dalla qualità dei materiali. Ma ci sono anche alcuni prodotti più semplici che per le loro caratteristiche e per il loro utilizzo richiedono meno attenzione al design e anche alla scelta dei colori. Anche se oggi in realtà stiamo assistendo alla diffusione di vasi colorati pure nell’ortofloricoltura.

 

Dove si trovano i vostri prodotti?

Solo ed esclusivamente nei negozi specializzati, non vendiamo nella grande distribuzione. È una scelta precisa e ponderata.

 

Chi è il vostro cliente tipo?

Sicuramente una persona appassionata e consapevole di ciò che sceglie. È un consumatore esperto, non un avventore.

 

Il resto dell’articolo sul numero de Il Floricultore di Aprile 2016.

 

- Se siete già abbonati Vi auguriamo fin d'ora "Buona lettura"!

- Se non siete abbonati, fatelo oggi stesso: cliccate qui scegliendo la formula di abbonamento che fa più per Voi e inviateci un’Email con la richiesta della copia all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


DONT MISS

Seguici sui social

 

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità dal mondo della floricoltura

iscriviti