Al via il test di Esiodo, modello per il calcolo dei costi di produzione di piante, fiori e servizi

Dopo la presentazione a Roma dei risultati fin qui conseguiti dal progetto promosso da Assofloro, inizia la fase di sperimentazione presso alcune aziende del settore florovivaistico (floricoltura, giardinaggio, vivaismo, arboricoltura) rappresentative in termini di produzioni, dimensioni e territorio. Obiettivo finale: attivare una vera e propria piattaforma in grado di elaborare anche simulazioni rispetto al prezzo di vendita

 

fn assofloro progetto Esiodo min

 

Assofloro ha annunciato che Esiodo, progetto che ha lo scopo di sviluppare un modello di calcolo dei costi di produzione di piante, fiori ed attività esercitate dalle aziende florovivaistiche, sta entrando nel vivo. Giovedì 20 Luglio 2023 a Roma, presso Palazzo Rospigliosi, sono stati presentati alle aziende aderenti all’iniziativa il modello di calcolo elaborato e le analisi effettuate per definirlo.

I lavori preparatori, iniziati a Gennaio 2023, sono consistiti in un’indagine del mercato e un accompagnamento degli operatori florovivaistici. I primi mesi in particolare sono stati dedicati a incontri, somministrazione di questionari e visite a imprese campione per studiarne le modalità operative e contabili-gestionali di raccolta dei dati aziendali. «Questa parte di studio del settore e profilazione delle aziende, effettuata da un team di consulenti esperti in campo fiscale ed economico-finanziario incaricati dalla nostra associazione e coordinati dal dott. Gennaro Vecchione e dal dott. Massimo Pirone, è stata fondamentale per potere delineare uno strumento che sia adatto alle specificità del settore florovivaistico», spiega Assofloro.

Lo scopo dichiarato di Esiodo è quello di rendere consapevoli le aziende di quanto costa produrre una pianta o fornire un servizio, elemento imprescindibile per determinare il prezzo corretto da proporre al mercato. Come spiegano i promotori, il modello di calcolo, specifico per le aziende del settore florovivaistico (floricoltura, giardinaggio, vivaismo, arboricoltura), consentirà di quantificare i costi di produzione diretti e indiretti di beni o attività: dal vaso di fiori alla pianta in vivaio fino all’attività di realizzazione e cura del verde in tutti i suoi aspetti.

Inizia ora una fase di sperimentazione. «Nei prossimi mesi», spiega l’associazione presieduta da Nada Forbici, «alcune aziende rappresentative in termini di produzioni, dimensioni e territorio, utilizzeranno, sempre assistite dal team di esperti, il metodo di calcolo, a cui seguirà l’analisi dei feedback e la realizzazione dello strumento definitivo che assumerà la forma di una vera e propria piattaforma per la gestione e l’analisi dei costi di produzione delle aziende florovivaistiche, in grado di elaborare anche delle simulazioni rispetto al prezzo di vendita di piante e fiori o di servizi, come la manutenzione del verde».

 


 

ADVERTISEMENT

 


 

Il Floricultore testata newsletter prova01 min

Per ricevere le ultime notizie del settore direttamente nella tua casella di posta elettronica iscriviti alla Newsletter de «Il Floricultore»

 


 

 il floricultore campagna abbonamenti min

 


 

banner speciale legge florovivaismo banner min

 

       

florpagine banner rullo 202404

banner campagna abbonamenti 202012

IlFloricultore 20240304 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min