Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,  consulta la pagina sulla privacy.
Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.

 

Banner_alto_1

glifosate regione toscana vivai min 

 

Toscana: Regione e vivaisti

lanciano la sfida al glifosato

 

L’obiettivo è ridurre l’uso della sostanza, entrata nel mirino dell’agenzia internazionale di ricerca sul cancro e dell’Oms per una possibile correlazione con l’insorgenza di tumori, fino al bando totale entro il 2021. Previsti premi per le aziende virtuose

 

Regione Toscana, Distretto rurale Vivaistico-Ornamentale della provincia di Pistoia e Associazione Vivaisti Italiani hanno siglato un protocollo d’intesa che introduce buone pratiche nelle coltivazioni vivaistiche per contribuire alla massima riduzione nell’uso di prodotti fitosanitari e in particolare del glifosato, la sostanza che è sempre più al centro delle polemiche per i sospetti di una possibile correlazione con l’insorgenza di tumori.

Un passo importante verso il conseguimento dell’ambizioso obiettivo che la Toscana ha stabilito di recente: rendere tutta la regione libera dal glifosato entro il 2021. Per passare dalle parole ai fatti serve la collaborazione di tutti, in primis delle forze imprenditoriali.

«Puntiamo a fare un marchio “glifosate free”, una scommessa anche in termini di competitività», ha dichiarato il governatore Enrico Rossi. «Il futuro è delle imprese che vinceranno la sfida di produrre senza inquinare e che sapranno liberarsi da una chimica che crea problemi. E siccome qua abbiamo i migliori imprenditori nel settore del vivaismo, arriveranno sicuramente primi. Una scommessa che sono orgoglioso di fare con loro».

Il primo impegno è quello di attivare forme di collaborazione e di coordinamento tra i soggetti firmatari. Per questo sarà istituito un tavolo di confronto. I lavori tenderanno a condividere un quadro conoscitivo chiaro, individuare le azioni da adottare per il raggiungimento degli obiettivi del protocollo e predisporre buone pratiche nelle coltivazioni vivaistiche. Regione Toscana si è impegnata anche a introdurre misure premiali per il riconoscimento dell’impegno e dei risultati conseguiti dalle aziende virtuose.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  


 


 

  ARTICOLI CORRELATI

 

agrofarmaci pesticidi foto romul014 shutterstock 437825680 romul014 minPesticidi: il Parlamento UE nomina una commissione speciale

 

 

 

 


ape fiori foto copyright Agrital Editrice E Nunziata minGlifosato: il Parlamento Europeo vota il divieto totale

 

 

 

 


glisofatoGlifosato, gli agricoltori chiedono all’UE il rinnovo dell’autorizzazione

DONT MISS

Seguici sui social

     

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità dal mondo della floricoltura

iscriviti