Contributo Conai sui vasi in plastica sospeso fino al 31 Dicembre 2023

Con lettera indirizzata alle aziende produttrici e alle principali associazioni di categoria il Consorzio Nazionale Imballaggi ha comunicato la decisione di sospendere gli effetti della Circolare del 14.12.2022

fn vasi plastica sospensione contributo conai min

 

«In attesa di acquisire gli esiti del monitoraggio dei flussi di vasi in plastica e in accoglimento delle richieste pervenute da aziende (produttori di vasi e utilizzatori del settore orto-florovivaistico) e dalle principali associazioni di categoria, il Consiglio di amministrazione di Conai ha deciso di sospendere gli effetti della Circolare del 14.12.2022 fino al 31 Dicembre 2023».

Con queste parole il Consorzio Nazionale Imballaggi in data 28 Giugno 2023 ha aperto un nuovo capitolo nell’applicazione del Contributo ambientale sui vasi in plastica per fiori/piante che avrebbe dovuto entrare in vigore dal 1° Luglio 2023.

Com’è noto, il pagamento di un contributo ambientale sui vasi utilizzati per la coltivazione di piante e fiori con uno spessore parete (misurato a metà del vaso) fino a 0,8 mm, indipendentemente dal diametro e da altre caratteristiche strutturali e se adibiti o meno al contenimento di fiori/piante per il consumatore, è stato oggetto da subito di forti critiche.

Assofloro ha promosso, insieme a Coldiretti e alle aziende italiane produttrici di vasi, più azioni volte a far comprendere che i vasi utilizzati in ambito floricolo non sono imballaggi, ma beni strumentali alla produzione. Oltre alla non conformità della delibera Conai del 24.12.2022 alla normativa vigente, è stata più volte contestata la totale unilateralità della Circolare che non tiene conto delle ragioni delle parti coinvolte ed è destinata a produrre conseguenze non sostenibili nel settore florovivaistico.

A Maggio di quest’anno una sentenza della Cassazione ha enunciato il seguente principio di diritto: «costituisce imballaggio ai fini dell’art. 218 del d. lgs. n. 152 del 2006, in attuazione della direttiva 94/62/CEE, il prodotto adibito a contenere e proteggere beni destinati alla circolazione di mercato» rilevando che l’imballaggio «consiste soltanto di»: «imballaggio per la vendita», «imballaggio concepito in modo da costituire, nel punto di vendita, il raggruppamento di un certo numero di unità di vendita», «imballaggio concepito in modo da facilitare la manipolazione e il trasporto di un certo numero di unità di vendita».

Se ne deduce che i vasi impiegati in ambito floricolo e vivaistico inseriti nel ciclo produttivo in quanto ausilio strumentale e duraturo all’attività d’impresa non sono da considerarsi imballaggi. «La sospensione della circolare da parte del Cda del Conai fino al 31/12/2023», commenta Assofloro, «è un passaggio importante: continueremo il dialogo con il Conai affinché si possa raggiungere un risultato condiviso, che sia sostenibile, e che non vada a pesare ulteriormente sui costi di produzione delle aziende floricole, riducendo ulteriormente i già risicati guadagni o facendo aumentare i prezzi al consumatore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 


Calendario fiere mostre articoli

 


 

Il Floricultore testata newsletter prova01 min

Per ricevere le ultime notizie del settore direttamente nella tua casella di posta elettronica iscriviti alla Newsletter de «Il Floricultore»

 


 

il floricultore campagna abbonamenti min

 


 

banner speciale legge florovivaismo banner min

 

Michele Mauri

Scrivere è il mio mestiere da trent’anni, ma ho ancora molto da imparare. Collaboro con diverse testate e ho pubblicato saggi, guide naturalistiche e un romanzo. Amo gli alberi e i giardini poco pettinati. Credo nel potere del verde come antidoto al brutto e non vorrei mai rinunciare alla gioia di correre a perdifiato in un bosco.

 

 >> La redazione de Il Floricultore <<

       

florpagine banner rullo 202404

banner campagna abbonamenti 202012

IlFloricultore 20240506 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min