verde urbano milano bosco verticale foto Konstantin Tronin shutterstock

 

#BonusVerde: Coldiretti, un impegno

concreto per combattere lo smog

e sostenere il florovivaismo

 

L'associazione di categoria saluta con favore la misura, ma ricorda anche che nelle città italiane ci sono appena 31,1 metri quadrati di verde pubblico per abitante

 

«Con le prime misure restrittive della circolazione per il livello di polveri sottili, arriva un impegno concreto per combattere lo smog e abbellire le città italiane dove ci sono appena 31,1 metri quadrati di verde urbano per abitante». È questo il commento a caldo di Coldiretti, dopo che la richiesta di un “bonus verde” con detrazioni del 36% per la cura del verde privato quali terrazzi e giardini, anche condominiali, è stata finalmente accolta nella manovra di bilancio. «Si tratta di una misura importante per favorire la diffusione di parchi e giardini», prosegue l’associazione ricordando che una pianta adulta è capace di catturare dall’aria dai 100 ai 250 grammi di polveri sottili e un ettaro di piante elimina circa 20 chili di polveri e smog in un anno.

 

VERDE URBANO PER MQ

Il bonus verde deve essere un primo passo verso una politica di rilancio dell’intero settore, questo trapela in modo chiaro dai commenti. «Il verde urbano in Italia», chiarisce Coldiretti «rappresenta appena il 2,7% del territorio dei capoluoghi di provincia (oltre 567 milioni di metri quadrati) sulla base dell’ultimo rilevamento Istat». La situazione è più difficile nelle metropoli: a Roma ci sono appena 15,9 metri quadrati di verde urbano per abitante, 17,2 di Milano, 21 di Torino. 

 

FLOROVIVAISMO MADE IN ITALY

«Si utilizza finalmente la leva fiscale per riconoscere i benefici che derivano alla collettività dalla cura e dagli investimenti privati nel verde», sottolinea l’associazione, «ma si tratta anche di un importante sostegno al settore florovivaistico italiano, che con un valore della produzione attorno ai 2,5 miliardi di Euro, 753,6 milioni di Euro di esportazioni e un saldo attivo negli scambi pari a circa 230 milioni di Euro nel 2016 costituisce uno dei comparti di punta dell’economia agricola». Le imprese florovivaistiche italiane impegnate nella coltivazione di oltre 2.000 specie vegetali oggi sono 27.000, con oltre 100.000 occupati.

 


 

ARTICOLI CORRELATI

Con un tweet il ministro Martina conferma il bonus verde

ULTIM'ORA - Ecobonus verde: è fatta!

Ecobonus giardini e orti: si attende il sì del ministro Martina

Ecobonus: il Parlamento si tinge di verde

Legge di bilancio: anche il ministro Galletti punta a incentivi per il verde privato

Ecobonus: il paesaggio chiama la politica. La politica questa volta risponderà?

A Brescia il convegno “Green vision, tra salute e sensorialità”

Mitigare il clima grazie alle piante, si può!

+ Verde - Smog + Salute

Gli alberi, questi sconosciuti

Ultim'ora: bonus per il verde privato giovedì 17 novembre 2016 al voto in parlamento

Verde verde verde!

A Milano un Forum sul verde per sostenere il florovivaismo italiano

La campagna a sostegno della defiscalizzazione del verde privato riparte da Brescia

Buchi neri, buchi verdi e gli effetti benefici del florovivaismo

Defiscalizziamo il verde privato per fare un’Italia più bella

Collegato agricolo, sancita per legge l’attività di manutenzione del verde

Defiscalizzazione del verde privato, avanti tutta!

Bonus fiscale per le opere verdi, forse è la volta buona

Più alberi, meno morti

 

 

 

 

       

florpagine banner rullo 202201

banner campagna abbonamenti 202012

IlFloricultore 20240102 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min

NEWSLETTER

* campi obbligatori

ACCETTAZIONE PRIVACY

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa sulla privacy fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo EU 679/2016 e di accettare le modalità di utilizzo dei miei dati per le finalità indicatemi nell’informativa stessa.

 

georgofili 2020 ok min