Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,  consulta la pagina sulla privacy.
Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.

 

vivai pistoia foto copyright Luciano Pellecchia Il Floricultore Rivista min

 

TOSCANA - Florovivaismo, il clima volge

al bello anche grazie al #BonusVerde

 

Secondo Francesco Mati (Confagricoltura Toscana) torna a splendere il sole non solo in cielo, ma anche sull’economia del settore. Esportazioni +11% e previsioni di crescita per il settore tra il 5 e il 10%

 

Splende il sole su gran parte dello Stivale. E il barometro volge al bello anche nel comparto florovivaistico. Alcuni segnali incoraggianti promettono di far superare la situazione di emergenza degli anni passati. «Grazie al Bonus Verde, crescono gli investimenti su giardini privati, terrazzi e balconi», fa sapere Francesco Mati (nella foto), presidente sezione prodotto vivaistico di Confagricoltura Toscana. Dalle prime rivelazioni si prevedono aumenti mati francesco foto copyright Il Floricultore Rivista mintra il 5 e il 10 per cento, attribuiti soprattutto all’introduzione della misura fiscale che prevede la detrazione del 36 per cento fino ad un importo massimo di 5 mila Euro da distribuire in 10 anni.

Aumentano anche le esportazioni di fiori e piante in Toscana e si consolida il trend di crescita già delineato rispetto al 2017, con un +11 per cento che si distacca da una media nazionale del 6,4 per cento.

«I dati sulle esportazioni non sono ancora definitivi, ma la sensazione che tutto il settore sta avvertendo in maniera forte è di positività», aggiunge Mati.

Difficile dire se la crisi che ha investito il settore può essere considerata definitivamente alle spalle. Certo è che l’attenzione deve rimanere alta. Sia per promuovere l’impiego del Bonus Verde e proseguire nella raccolta di dati e informazioni utili a costruire politiche di sostegno al settore, sia per proteggere la qualità delle colture.

«Con questo cambio violento delle temperature, prestiamo più attenzione alle nostre piante e ai nostri fiori». L’avvertimento arriva sempre da Confagricoltura Toscana. «Siamo passati dall’inverno alla primavera inoltrata, quasi estate. Una situazione che potrebbe incidere sulla fase delicata del risveglio e che richiede più cura per giardini, terrazzi e balconi».

 


 

ARTICOLI CORRELATI

#BonusVerde: Coldiretti, un impegno concreto per combattere lo smog

Con un tweet il ministro Martina conferma il bonus verde

ULTIM'ORA - Ecobonus verde: è fatta!

Ecobonus giardini e orti: si attende il sì del ministro Martina

Ecobonus: il Parlamento si tinge di verde

Legge di bilancio: anche il ministro Galletti punta a incentivi per il verde privato

Ecobonus: il paesaggio chiama la politica. La politica questa volta risponderà?

A Brescia il convegno “Green vision, tra salute e sensorialità”

Mitigare il clima grazie alle piante, si può!

+ Verde - Smog + Salute

Gli alberi, questi sconosciuti

Ultim'ora: bonus per il verde privato giovedì 17 novembre 2016 al voto in parlamento

Verde verde verde!

A Milano un Forum sul verde per sostenere il florovivaismo italiano

La campagna a sostegno della defiscalizzazione del verde privato riparte da Brescia

Buchi neri, buchi verdi e gli effetti benefici del florovivaismo

Defiscalizziamo il verde privato per fare un’Italia più bella

Collegato agricolo, sancita per legge l’attività di manutenzione del verde

Defiscalizzazione del verde privato, avanti tutta!

Bonus fiscale per le opere verdi, forse è la volta buona

Più alberi, meno morti

 

 

 

 

 

DONT MISS